Cosa sono le Banche del Tempo?

bdt0001Sono libere associazioni nel cui ambito si organizzano scambi di prestazioni e servizi valutati in base al tempo impiegato per realizzare le attività oggetto degli scambi.

In effetti si tratta di istituti di credito, sia pure di tipo particolare: le transazioni sono basate sulla circolazione del tempo, anziché del denaro.

Le persone che aderiscono alle Banche del Tempo e tra le quali avvengono gli scambi generalmente si chiamano correntisti (o tempo-correntisti), in quanto diventano titolari di conti correnti, in cui depositano le ore impiegate a realizzare attività a favore di altri “correntisti”, acquisendo la disponibilità di un credito di pari valore in termini di ore. Spenderanno tale credito per usufruire a loro volta di prestazioni effettuate da aderenti alla Banca del Tempo.
Per facilitare le transazioni e contabilizzarle di solito si usano “assegni”, che ciascun correntista può staccare dal “libretto” che gli viene consegnato dalla BdT. Si tratta di assegni spendibili solo nella cerchia degli aderenti per le finalità di scambio di prestazioni. In questo senso le BdT si collocano nell’ambito dei sistemi di scambio locale, diffusi in vari paesi e ispirati dalla ricerca di alternative al mercato e dal tentativo di realizzare forme di integrazione tra la sfera economica e quella relazionale/sociale.

assegni

 

 


Lascia un commento